Sud Sudan

Sud Sudan. Papa Francesco ha deciso di proteggere il vescovo Carlassare spostandolo da Rumbek a una nuova diocesi

(Faro di Roma. Redazione).

Papa Francesco ha eretto la Diocesi di Bentiu (Sud Sudan), con territorio dismembrato dalla Diocesi di Malakal, rendendola suffraganea dell’Arcidiocesi Metropolita di Juba, e ha nominato mons. Christian Carlassare, finora vescovo di Rumbek, come suo primo ordinario. Lo spostamento del presule missionario ha un reetroterra molto particolare e amaro. Comboniano, padre Christian Carlassare, è nato a Schio, in diocesi di Vicenza, 47 anni fa, e nell’aprile del 2021 è stato vittima di un agguato purtroppo organizzato da alcuni preti della diocesi che gli era stata affidata poche settimane prima. E recentemente i vescovi cattolici del Sudan e del Sud Sudan hanno chiesto alle autorità di condurre un’indagine approfondita sul ferimento a colpi di arma da fuoco del vescovo Carlassare il 25 aprile 2021. P. John Mathiang Machol, ex coordinatore diocesano della diocesi di Rumbek, è stato condannato a 7 anni di carcere dall’Alta Corte di Juba nel 2023 per aver partecipato all’attentato contro mons. Carlassare. Ma il mese scorso, la Corte Suprema ha annullato la condanna contro il sacerdote dopo che il suo avvocato difensore Malith Jokthiang ha affermato che la corte non ha trovato prove contro il suo cliente.